Microchir

MICROCHIR

Analizzati nel precedente approfondimento i meccanismi infiammatori e le reazioni che ne conseguono con rispettive ripercussioni sull’organismo, appare sempre più conveniente esaminare Microchir.

Micro-Chir è un integratore a più fattori (vitamine, micronutrienti, DHA) utile nella modulazione degli stati infiammatori, nel sostegno e nel recupero post infiammatorio. E’ nato con indicazioni limitate, indirizzato principalmente come adiuvante nella convalescenza dopo interventi importanti di chirurgia . Tuttavia ad oggi si presenta come occasione per “riscrivere l’infiammazione” . 

Nell’ essere umano uno stato infiammatorio non è infrequente, posso esserci flogosi sia locali che sistemiche, più o meno gravi, a carico di vie respiratorie, tratto urinario, per ogni sistema ed apparato. 

Appare vantaggioso fornire    un adeguato apporto di micronutrienti, vitamine e DHA non solo nel decorso post-operatorio, ma anche per modulare la risposta infiammatoria prima di una flogosi prevedibile .

Caso per caso può essere esteso a :

  1. grande chirurgia,
  2. day surgery,
  3. cardiochirurgia,
  4. otorinolaringoiatria,
  5. parto cesareo,
  6. per la prevenzione dello stress neonatale conseguente (prematurità, stroke neonatale).

Tramite  Microchir si va a fornire un adeguato apporto di micronutrienti e DHA a bambini., adolescenti e adulti tanto nella fase del recupero post-chirurgico, dalle adeno-tonsillectomie agli interventi più invasivi e delicati di cardio-chirurgia, sia alle puerpere che escono da un parto cesareo, quanto in tutte le convalescenze dopo malattie che prevedano il protrarsi di uno stato infiammatorio .

Si evince da un esame attento della formulazione di Micro- Chir, il quale rivela potenzialità decisamente allargate ad altri campi e ad altre fasce di età. 

Ovviamente con diverse posologie in relazione agli anni:

1-6 anni: 1 Stick al giorno,

7-10 anni: 1-2 Sticks al giorno.

>11 anni: 2 Sticks al giorno.

La composizione dell’integratore è appositamente studiata.

Micro-Chir è sostanzialmente costituito da:

  1. Micronutrienti
  2. Vitamine
  3. DHA

Integratore Senza Glutine.


 

In virtù di quanto illustrato, Microchir è un integratore completo capace di confrontarsi con gli eventi dell’infiammazione. La flogosi, infatti, indipendentemente dall’eziologia e patogenesi, innesca una serie di reazioni biochimiche e metaboliche con lo scopo di limitare il danno tissutale e rispondere allo stress sia esso di qualsiasi origine, chimica, fisica, termica, infettiva e chirurgica. Tali reazioni si concretizzano nel rilascio di sostanze proinfiammatorie che hanno effetti sia locali sia sistemici.

Non a caso Microchir è un integratore a più fattori formulato sostanzialmente a base di DHA, ferro e micronutrienti.

L’integrazione di Ferro è importante perché si è riscontrato che in corso di infiammazione ne diminuisce la disponibilità. Ciò avviene perché l’aumento di alcuni mediatori infiammatori, in particolare l’interleuchina 6 (IL6), stimola la sintesi di epcidina. Quest’ultima, dal momento che media la chiusura del canale della ferroportina, è un regolatore negativo dell’assorbimento del ferro poiché ne riduce  la disponibilità circolante. Poco ferro si traduce in poca sintesi di emoglobina, quindi conseguente anemia. La supplementazione di ferro di Microchir ha proprio questa ragione di essere; evitare, in un momento già di stress quale è la flogosi per l’organismo, l’ulteriore astenia, affaticamento e pallore da anemia (ematologicamente parlando da carenza di ferro e da disordine cronico).

Inoltre, in corso di infiammazione si osserva che lo stimolo flogistico determina la deplezione, o comunque la riduzione, della biodisponibilità di macronutrienti e vitamine. In particolare si verifica a carico di zinco e selenio, poi di vitamine del gruppo B ( B2, B6, B12), vitamina C  e vitamina E. Anche in questa direzione è vantaggiosa l’assunzione di Microchir, che, come si legge nei contenuti medi, integra ognuna di queste componenti. Lo zinco (Zn) è contenuto in molti enzimi, svolge pertanto funzione catalitica. In aggiunta ha anche un ruolo strutturale (zinc finger) e regolatore. È un regolatore del ciclo cellulare, e ciò spiega perché i primi bersagli della carenza di zinco sono proprio le cellule del sistema immunitario e le cellule epiteliali. Quindi, è molto importante una sua integrazione pre, durante e post infiammazione, quando le componenti immunitarie sono in piena azione.

La vitamina B6 contribuisce alla normale formazione dei globuli rossi. II Ferro con Ie Vitamine B2, B1, B6, B12, C ed il rame contribuiscono al normale metabolismo energetico. Le vitamine B6, B12, C, il Rame, il selenio e Io zinco favoriscono la normale funzione del sistema immunitario. II ferro, Ie vitamine B2, B6, B12 contribuiscono alla normale formazione dei globuli rossi. La vitamina C, E, il Rame, il Selenio, contribuiscono alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo. La vitamina C accresce I’ assorbimento del ferro, quindi contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento. II rame contribuisce al normale trasporto di ferro nell’organismo.

Infine, ma non per importanza, anzi è un vero e proprio punto di forza, il Microchir è anche costituito da DHA. Apporta DHA di derivazione algale, che possiede azione immuno-modulante e la cui degradazione fornisce molecole anti- infiammatorie conosciute come Specialized Pro- Resolving Mediators – SPMs fra cui le resolvine di classe D.  Una delle reazioni innescate dall’infiammazione è la liberazione di (ARA) acido arachidonico dalle lipoproteine della membrana cellulare. Dalla degradazione dell’acido arachidonico da parte della ciclo-ossigenasi e della lipo- ossigenasi si formano molecole pro-infiammatorie che amplificano la risposta infiammatoria. Se, invece, aumentiamo l’apporto alimentare di acido docosaesaenoico (DHA) al fine di sostituire parzialmente l’ARA, dalla degradazione del DHA otteniamo molecole anti-infiammatorie. Mentredalla degradazione di ARA si ottengono sia molecole pro infiammatore sia anti infiammatorie, dalla degradazione di DHA si ottengono varie molecole, non proinfiammatoire, bensì antinfiammatorie quali proteine, resolvine, maresine. Le resolvine svolgono un ruolo attivo nel risolvere lo stato infiammatorio. Facilitano il riassorbimento di essudato, promuovono la rimozione di leucociti apoptotici ed esercitano azione antibatterica. In virtù di questi dati nel sostegno e nel recupero post infiammatorio, sia da chirurgia che infettivo, l’integrazione di DHA tramite Microchir è vantaggiosa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Carrello