APPROFONDIMENTI

Probiotici e non Fermenti Lattici – Qual è la differenza?

I Probiotici sono stati definiti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) come organismi vivi che conferiscono uno stato di benessere all’organismo ospite se somministrati in concentrazione adeguata (Il Ministero della Salute indica una dose minima di 1 miliardo (10 alla nona) di cellule vive per dose e per ceppo).

In più devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Devono essere vivi e vitali
  • Superare la barriera gastrica e l’alcalinità biliare
  • Devono aderire alle cellule epiteliali della mucosa intestinale
  • Colonizzare transitoriamente l’intestino
  • Produrre antibiocine
  • Modulare favorevolmente il sistema immunitario

Il termine “fermenti lattici” viene spesso –

VITAMINA B6 (PIRIDOSSINA, PIRIDOSSALE, PIRIDOSSAMMINA)

Descrizione

 La vitamina B6 è stata chiamata “il gigante addormentato delle vitamine” in seguito all’ondata di nuove ricerche. E’ stata anche denominata “la vitamina della donna”, vista la miriade di sintomi indotti da sindrome premestruale che può curare. La vitamina B6 è una vitamina idrosolubile che consiste di tre composti correlati: piridossina, piridossale e piridossamina. E’ necessaria per il corretto funzionamento di oltre 60 enzimi ed è essenziale per la sintesi del DNA,

Lo Zenzero

Lo Zenzero è usato da millenni sia come spezia sia come pianta medicinale. Confucio la citò nei suoi Dialoghi e il greco Dioscoride ne cantò le virtù nella sua Materia Medica, il libro di medicina tanto caro ai romani e ai monaci medioevali. Anche in testi sacri come il Corano, il Talmud e la Bibbia, lo zenzero è menzionato. Tuttavia è la Medicina Cinese che gli rende il giusto merito tanto da inserirlo in veste di “armonizzatore”

EPA E DHA – OLIO DI PESCE O OLIO DI ALGHE?

 

TROPPO SPESSO SENTIAMO PARLARE IN MANIERA INCOMPLETA E CONFUSA DI OMEGA-3, OMEGA-6, EPA, DHA, ALA, E UN SACCO DI ALTRI ACRONIMI. FIN TROPPI VENDITORI DI INTEGRATORI E PRODOTTI COMMERCIALI INFATTI RIEMPIONO BLOG SU BLOG DI INFORMAZIONE E DISINFORMAZIONE SU QUESTI ACIDI GRASSI, NÉ LA COMUNITÀ SCIENTIFICA HA ANCORA RAGGIUNTO UN CONSENSUS DEFINITIVO SU QUALI SIANO GLI OLI MIGLIORI PER LA NOSTRA SALUTE, O LE QUANTITÀ NEI QUALI QUESTI DEBBANO ESSERE ASSUNTI.

Il trattamento con bromelina riduce la migrazione dei neutrofili verso i siti di infiammazione

Astratto

È stato riportato che la bromelina, una miscela di proteasi derivata dal gambo dell’ananas, ha benefici terapeutici in una varietà di malattie infiammatorie, inclusa la malattia infiammatoria intestinale murina. Lo scopo di questo lavoro era di comprendere i potenziali meccanismi per questa attività antinfiammatoria. È stato dimostrato che l’esposizione alla bromelina in vitro rimuove una serie di molecole della superficie cellulare che sono vitali per il traffico di leucociti, tra cui CD128a / CXCR1 e CD128b / CXCR2 che fungono da recettori per il chemioattrattore neutrofilo IL-8 e i suoi omologhi murini. 

  • SENZA GLUTINE

  • 24/7 CUSTOMER SUPPORT

  • RETURNS AND EXCHANGES